Evitare spese inutili dal meccanico

Meccanico Beinasco

Una delle cose più importanti quando si parla di automobili è sicuramente la manutenzione. Altrettanto importante è capire come risparmiare dal meccanico evitando spese inutili. Come sappiamo portare la macchina in officina, so non conosciamo i meccanici, può essere un terno all’otto. Per questo è vitale affidarsi a mani esperte e competenti. Se cercate un professionista potete recarvi da OK Autoservice, meccanico leader a Beinasco, che potrà occuparsi al meglio della vostra macchina. In questo articolo cercheremo di stilare una breve guida per evitare spese non necessarie ed interventi che non avevate preventivato, in modo che la manutenzione ordinaria del vostro veicolo non sia un problema.

Scegli dove fare la manutenzione

La manutenzione dell’automobile influisce direttamente sul fattore della sicurezza, di chi guida e dei passeggeri, ma anche degli altri utenti della strada. Non è certamente consigliabile provocare un incidente perché abbiamo risparmiato troppo sulla manutenzione. Qui di seguito vedremo come risparmiare dal meccanico ed al contempo avere un’auto efficiente.

La prima cosa da fare, e anche la più semplice, è rispettare le scadenze programmate dalla casa costruttrice. Vi basterà consultare il libretto per capire quando recarvi a fare il tagliando. Prima di effettuare qualsiasi intervento però è sempre bene richiedere un preventivo. Più questo documento è dettagliato, più sarà difficile incorrere in operazioni non trasparenti. Sarebbe sempre bene che il meccanico indichi anche i pezzi di ricambio ed il loro relativo codice, i costi delle singole voci ed il costo della manodopera. Generalmente la valutazione è gratuita, motivo per cui, per essere più sicuri sarebbe meglio richiedere un preventivo a più officine. Ma se dovesse essere necessario smontare dei pezzi, per avere un quadro chiaro del lavoro, è giusto che il meccanico chieda un compenso. Nel caso in cui si rifiuti di redigere il preventivo scappate a gambe levate. Sempre meglio evitare rischi. Se avete bisogno di un buon meccanico a Beinasco, se vi trovate in zona, un ottimo compromesso tra qualità e prezzo è sicuramente Ok Autoservice. Non solo il team dell’officina è composto da specialisti dall’esperienza pluriennale, ma sono in grado di garantire ogni pezzo di ricambio che installeranno.

Se il meccanico non risolve il problema?

Ecco uno dei punti più dolenti e proprio qui ritorna l’importanza del preventivo. Questo documento è a tutti gli effetti un contratto tra il cliente ed il meccanico. Nel momento in cui lo firmerete, autorizzando i lavori, il contratto sarà concluso e dovrete pagare quanto concordato. Allo stesso modo il meccanico sarà obbligato a portare a termine il lavoro nel migliore dei modi. Quindi se il meccanico non adempie al contratto, potrete pretendere il completamento dell’intervento.

Un’altra garanzia è rappresentata dalla ricevuta. Sappiate che è un vostro diritto pretenderla, per prima cosa perché il meccanico è obbligato ad emetterla per legge. Se decidete di non richiederla sarete complici di evasione fiscale e sarete esposti a gravi rischi. In secondo luogo la ricevuta rappresenta una garanzia di due anni sulla lavorazione e sui pezzi di ricambio. Quindi se volete risparmiare ed evitare spese inutili seguite questi consigli, ma soprattutto affidatevi a dei professionisti. Se avete bisogno di una revisione o di controlli periodici affidatevi ad un meccanico di Beinasco, come quelli di OK Autoservice, leader nel settore da anni.

Come risparmiare dal meccanico

Se sceglierete un meccanico esperto, che impiega ricambi di qualità ed attrezzature avanzate non sarà solo la vostra automobile a trarne beneficio. Sappiate che riparazioni effettuate senza diagnosi, con pezzi non garantiti sono un grosso rischio. Non solo possono rappresentare un pericolo, ma vi costringerebbero ad intervenire più volte sul vostro veicolo facendovi spendere più soldi e rimandando il problema. Senza escludere probabili rotture successive. Per questo motivo è importante ricorrere ad esperti, come il meccanico di OK Autoservice. Situato a Beinasco sarà in grado di eseguire la manutenzione, o qualsiasi altro intervento, con precisione, velocità e sicurezza. Non solo, garantiscono ogni pezzo di ricambio che installano rispettando tutte le norme vigenti.

Come scegliere un buon meccanico

Meccanico Beinasco

Oggi affronteremo una tematica complicata, ovvero come scegliere un buon meccanico.

Un meccanico degno di questo nome sarà in grado di riparare la vostra automobile in tempi molto brevi, potrà fornirvi una vettura di cortesia durante l’intervento. Inoltre riuscirà a farvi spendere il minimo indispensabile, avendo ovviamente eseguito un preventivo prima dei lavori. Se queste non sono cose che sentite quando portate la macchina dal vostro meccanico è ora di cambiare carrozziere.

Ormai in quest’epoca è estremamente facile trovare recensioni e commenti a proposito di qualsiasi esercizio commerciale. Per questo può sembrare semplice scegliere un meccanico valido. Dovete tenere presente che però non sempre chi scrive le recensioni può dare un giudizio imparziale ed è altrettanto facile falsificare i commenti. Quindi se avete bisogno di un buon meccanico a Beinasco, potreste recarvi da OK Autoservice, azienda leader nel settore della riparazione auto.

Le caratteristiche di un buon meccanico

Un meccanico valido deve essere capace di garantire determinati servizi che stanno alla base di qualsiasi officina. Proprio per questo motivo se i meccanici a cui vi siete rivolti fin’ora non determinate prestazioni è meglio cambiare officina. Vediamo adesso quali sono le caratteristiche da tenere presente nella scelta di un buon meccanico. Quindi dovrà essere in grado di:

  • Fornire un servizio di traino – e quindi trasportare la vettura allo stabilimento dove poi eseguirà l’intervento, possibilmente in tempi rapidi
  • Garantire il lavoro svolto – ovvero assicurare la corretta riuscita delle riparazioni e delle parti che verranno installate. Raccomandiamo di evitare chi richiede pagamenti anticipati.
  • Stilare preventivi completi – richiedete sempre preventivi e controllate che siano inerenti alle riparazioni che verranno eseguite

Solitamente meccanici di scarsa qualità evitano di presentare dei preventivi, o se lo fanno includono solo il prezzo dei ricambi e non la loro manodopera. I meccanici di Beinasco che potete trovare presso l’officina di OK Autoservice eseguono interventi di riparazione rapidi su qualsiasi danno a prescindere dalla tipologia di automobile. In caso di necessità questi specialisti potranno occuparsi anche di cambiare parti di lamiera ed anche della loro verniciatura.

Verniciatura a base d’acqua

Tra tutte le tipologie di vernici che vengono utilizzate, le più richieste sono quelle a base d’acqua, che hanno diversi vantaggi. Ad esempio:

  • benefici in ambito ecologico – data la loro composizione sono a basso impatto ambientale
  • resistenti e facili da applicare – sono sostanze che non vengono intaccate da sporcizia e dalle condizioni atmosferiche
  • velocità di asciugatura – questo permetta un intervento degli specialisti estremamente rapido sulla carrozzeria

Piccole riparazioni in poco tempo

Molto spesso, anche per riparazioni di piccola entità, i tempi di attesa non sono per nulla brevi. I meccanici che troverete a Beinasco, nell’officina di OK Autoservice, sono in grado di risolvere danni provocati da agenti atmosferici nell’arco di una giornata, fornendo anche una vettura di cortesia se la lavorazione dovesse richiedere più tempo. Il vanto dei meccanici di quest’azienda sono le soluzioni economiche per danni di piccola entità. Il cliente che porta l’auto presso questa officina riceverà un preventivo chiaro, stilato dopo un’attenta valutazione del danno da parte dei loro specialisti, che comprenderà anche la durata dell’intervento. Nel caso di piccoli graffi e ammaccature, siamo in grado di svolgere la completa riparazione del danno nel giro di poche ore.

Batteria scarica – quando rivolgersi al meccanico

Meccanico Beinasco

Trovare la batteria scarica prima la mattina di andare al lavoro o al ritorno dalle vacanze è l’incubo di qualsiasi automobilista. Il più delle volte non bisogna rivolgersi ad un meccanico, ma alcune volte è necessario. In ogni caso cerchiamo di capire meglio cos’è la batterie e il suo funzionamento.

Cos’è la batteria

La batteria è un dispositivo che accumula energia e la rilascia sotto forma di corrente. Può capitare però che questo apparato non sia efficiente. Quindi in questo articolo vedremo cosa fare se la batteria della macchina è scarica, in ogni caso se volete rivolgervi ad un professionista potete andare da OK Autoservice. I loro meccanici di Beinasco sapranno risolvere le vostre problematiche in poco tempo, occupandosi delle vostre vetture con professionalità e rispetto.

Quando cambiare o ricaricare la batteria

Per viaggiare in sicurezza è bene controllare e eseguire la manutenzione della batteria. In ogni caso esistono degli indicatori che possono farci capire quando è necessario cambiare la batteria. Vediamo quali sono:

  • Tensione della batteria inferiore a 12,4 Volt – per capire se la batteria rientra nei parametri potete attaccarla ad un voltometro. Se non è tra i 12,4 e i 12,7 Volt sarà necessario ricaricarla, se invece è inferiore dovrete cambiarla.
  • 5 anni dall’acquisto – se dovessi percepire anomalie già dopo uno due anni vuol dire che l’apparecchiatura è gusta o presenta dei difetti. L’unica soluzione è cambiarla.
  • Vettura ferma da troppi mesi – l’immobilità è nemico della batteria auto, e spesso, è causa della sua sostituzione.
  • Partenza lenta – quest’eventualità è riconoscibile quando il motorino di avviamento emette un rumore particolare, molto simile ad un colpo di tosse. Oppure quando la luce dei fari è più fioca del solito. Questo indica che la batteria sta per esaurirsi.
  • Spie di avaria – se si accendono quando mettete in moto significa che il voltaggio della batteria è al di sotto dei 10 volt e quindi la macchina notifica un’avaria sul cruscotto.

Alcune pratiche soluzioni

Le soluzioni più semplici sono ovviamente quelle di recarsi da un rivenditore ed acquistare una batteria nuova, o di rivolgerci a degli specialisti che lo facciano per noi. Se siete di quest’idea potete rivolgervi ai meccanici di Beinasco che potrete trovare all’officina di OK Autoservice.

Sappiate che però queste non sono le uniche soluzioni. Infatti la batteria non va cambiata ogni volta che si presenta una problematica. Esistono dei metodi per evitare drastiche soluzioni, come ad esempio ricaricare una batteria scarica. Il modo migliore e più semplice per farlo, senza dover chiedere aiuto a meccanici di Beinasco o altri professionisti presenti sul territorio, è utilizzare i cavi. Questi dispositivi infatti non possono mancare in un’automobile e grazie a loro potrete prendere chiedere in prestito un po’ di corrente da un’ altra macchina.

Ma qual è la procedura per ricaricare la batteria con i cavi? Innanzitutto bisogna avvicinare le due vetture per facilitare il collegamento tra le due macchine. Dopo aver aperto il cofano dovrete collegare il cavo rosso ai poli positivi delle due batterie e poi il cavo nero quelli negativi. Provate ad accendere la vettura. Se riuscite ad avviarla staccate prima il cavo nero, poi quello rosso. Ricordate di mantenere la macchina accesa per almeno mezz’ora senza utilizzare dispositivi elettrici.

Grazie alle nuove tecnologie potrete ricaricare la batteria con uno starter. Questo apparecchio di nuova generazione non costringe ad affidarsi ad altri automobilisti. Infatti vi basterà attaccare lo starter alla batteria ed avviarla. Il suo utilizzo però è sconsigliato, vista la forte complessità tecnologica che caratterizza le macchine moderne.

Ultimi consigli

Concludiamo con qualche altro consiglio. Nel caso in cui siate sprovvisti di pinze o cavi, potete ricorrere al metodo della partenza a spinta. Questa pratica è da mettere in atto solo in casi di estrema necessità. Infatti può addirittura la marmitta. In ogni caso dovrete girare la chiave, schiacciare la frizione ed innestare la seconda o terza marcia poi dovrete spingere la macchina. Quando sarete alla velocità giusta per quella marcia allentate la frizione e date gas. Sentirete un sobbalzo quando la macchina si avvierà. Attenzione a non perderne il controllo.

Gira la chiave per accendere l’impianto elettrico, pigia la frizione e metti la seconda o terza marcia. L’auto deve essere spinta da qualcuno se non sei già in discesa. Poi, rilascia i freni e togli il freno a mano. Quando hai una velocità adatta alla marcia allenta la frizione e dai gas. Sentirai un balzo quando l’auto si rianimerà, attento a non perdere il controllo.