Elettrauto ed officine unite dal meccatronico

Recentemente è stato permesso alle officine di mantenere ed esercitare sia i servizi di meccanica che quelli di elettrauto. Ma per rendere possibile questo cambiamento le autofficine avrebbero dovuto inserire nel loro organico la figura di un nuovo professionista. Ormai il meccatronico è presente in moltissime officine ed elettrauto, a Giaveno e sul territorio nazionale, ma cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su questo profilo professionale. Sostanzialmente si tratta di un ibrido tra meccanico ed elettrauto, ed è quindi in grado di occuparsi della vostra autovettura sotto il punto di vista elettronico e meccanico-motoristico.

La decisione di far confluire queste due figure in una si deve alla Commissione Bilancio della Camera.

L’emendamento e proroghe

Per capire meglio questo cambiamento e come influirà sulle lavorazioni di cui possiamo usufruire, analizziamo brevemente l’emendamento e le relative proroghe. All’atto pratico la legge non influisce sulle mansioni del meccatronico, che quindi svolgerà i compiti di elettrauto e meccanico, ma sulle tempistiche relative all’introduzione di questa figura.

Entrando nel dettaglio quindi viene previsto quello che segue:

  • Per imprese abilitate per più attività, sarà introdotto il meccatronico dopo la frequentazione, con esito positivo, dei corsi regionali di qualificazione.
  • Proroga di cinque anni per far adeguare elettrauto e meccanico ai requisiti richiesti per l’esercizio dell’attività di meccatronico.
  • Ulteriore proroga di cinque anni per attività già abilitate ad una mansione, ma che intendono aggiungerne un’altra, sempre inerente all’autoriparazione, che venga fatta da un elettrauto o da un meccanico.

Cambia, quindi, la scadenza ma la questione di fondo rimane invariata: non è permesso dichiarare l’inizio della sola attività di meccanica o di elettrauto, ma occorre dichiarare l’inizio dell’attività come meccatronico, dimostrando il possesso dei requisiti previsti sia per la meccanica e motoristica sia per l’elettrauto. In ogni caso nel giro di pochi anni la figura del meccatronico sarà essenziale in qualsiasi officina. A maggior ragione con tutti i cambiamenti legati al mondo del digitale applicato alle autovetture. Se quindi avete necessità di intervenire sulla parte elettronica delle vostre autovetture, potete rivolgervi ad S.M Autoservice ed ai suoi elettrauto di Giaveno, competenti e professionali.

I requisiti e compiti richiesti al meccatronico

L’elettrauto, o il meccatronico autorizzato, solitamente lavora per lo più come dipendente in officine di autoriparazione, carrozzerie, spesso insieme ad altri professionisti del settore automotive e riparazioni auto come meccanici, gommisti e carrozzieri.

Ora che abbiamo chiarito gli aspetti fondamentali, vediamo di analizzare effettivamente i requisiti a cui deve rispondere un meccatronico, o un elettrauto abilitato.

Sono fondamentali la conoscenza di tutti gli strumenti e dei programmi normalmente utilizzati nella diagnostica del veicolo. Oltre a questo sono ovviamente indispensabili le capacità manuali e le competenze tecniche dei settore di elettrauto e meccanico.

In caso di guasto un buon elettrauto, o abilitato meccatronico, per prima cosa esegue una diagnostica dei sistemi elettronici per capire dove sia il problema. Proprio per questo è necessaria un’ottima conoscenza dei software dedicati agli autoveicoli. Con l’ausilio di queste nuove tecnologie e di sistemi informatizzati il professionista è in grado di individuare velocemente il problema e quindi di intervenire con altrettanta prontezza. Se avete bisogno di un intervento sulla parte elettrica o meccanica della vostra automobile e vi trovate a Giaveno, rivolgetevi agli elettrauto, o meglio ai meccatronici, di S.M. Autoservice. I loro professionisti si occuperanno con cura e velocità della vostra automobile, garantendo per le parti sostituite ed installate.

Come obbligano le norme di legge, tutti gli operai e gli elettrauto durante le operazioni di manutenzione e riparazione degli elementi guasti del veicolo, devono utilizzare dispositivi di protezione individuale come guanti, occhiali e tute per lavorare in sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *